26 Agosto 2008

BALI  Seminyak  -  MALESIA  Kuala Lumpur

Per colazione arrivano due camerieri in livrea con cesti pieni di vivande; peccato che non hanno con sé anche le stoviglie pulite ( ma noi abbiamo lavato bene quelle che pensavamo di usare, tiè ! ).  Ad un loro accenno a cucinare salsicce, uova e pancetta, li preghiamo di non farlo; i due sono armati di tante buone intenzioni, e ci dispiace rifiutare il loro servizio, ma noi ci “accontentiamo” di caffè, latte e pane con marmellata. Superato l’imbarazzo e terminato di mangiare, abbiamo a disposizione un po’ di tempo per fare con calma le valige; il nostro volo è alle 14:25 e prenotiamo il trasferimento in aeroporto.
Alice è sfigurata dalle punture di zanzare, poverina.
Il nostro volo AIR ASIA parte puntuale e dopo meno di 3 ore arriviamo a Kuala Lumpur. Dopo aver ritirato i bagagli, ci rechiamo a un apposito sportello dove è possibile prenotare un taxi e pagarlo in anticipo. Dopo un’ora di strada, arriviamo in città; nonostante la pioggia ed il cielo grigio intravediamo la sagome delle torri Petronas. L’hotel prenotato è il SOMERSET AMPANG che offre appartamenti dotati di ogni comodità compresa lavatrice / asciugatrice, che prendiamo subito d’assalto …
Prima di andare a cena, saliamo al 22° piano dove si trovano piscina e sala fitness; da qua si può scorgere il bellissimo panorama notturno della città.
Dopo una cena nel vicino ristorante SOUL & OUT AMPANG, ci incamminiamo verso le Petronas. Nonostante l’ora, fa ancora caldo. Non so se ci faccia proprio bene questo sbalzo di temperatura: abbiamo mangiato in un ambiente iper-condizionato e mi si sono quasi congelati mani e piedi !
Le torri gemelle illuminate sono uno spettacolo e catalizzano l’attenzione anche a mezzo chilometro di distanza. Il momento in cui si riesce a vedere per intero la loro maestosità ( 452 m. di altezza e 88 piani ), si perde il fiato ( anche causa la corsa fatta per raggiungerle ). Sono bellissime !
Dopo le foto di rito e la perdita della cognizione del tempo, siamo troppo stanchi per rientrare a piedi, così fermiamo l’ennesimo taxi. Non so come, ma riusciamo a salire tutti e cinque; il taxista poi ce la fa pagare in tutti i sensi: guida spericolata in mezzo al traffico e conto salato a forfait.
Notte rinfrancante, non per Alex che accusa brividi di freddo e febbre.

 

27 Agosto 2008

MALESIA  Kuala Lumpur

Alex ha febbre alta e resta in stanza; Alice gli fa compagnia. Io, Giuliano e Ornella, dopo colazione, partiamo per un giro a piedi della città. Arriviamo nel grande parco situato dietro alle Petronas e lì le occasioni per scattare foto non mancano; molto belli sono l’immensa e attrezzatissima area giochi e Children Swimmingpool, poi ponti, percorsi per lo jogging, laghetti ed infine il SURIA KLCC, paradiso dello shopping all’interno delle torri. Facciamo un giretto e solo su un piano troviamo le boutiques dai nomi altisonanti: Chanel, Gucci, Tod’s, Burberry, Vuitton, Prada, … Non visitiamo gli altri cinque piani, ne abbiamo abbastanza e, data l’ora, decidiamo di rientrare in hotel per pranzare e dare assistenza all’ammalato. Passo infatti anche in una farmacia per acquistare dei fermenti lattici e delle pastiglie per contrastare la febbre alta.
Il resto del pomeriggio lo trascorriamo in piscina a riposarci.
Dopo una cena veloce al SOUL & OUT AMPANG ( questa volta all’esterno in veranda ), facciamo un altro giro notturno alle torri.
Notte abbastanza tranquilla e preparativi per il volo dell’indomani.

 

28 Agosto 2008

MALESIA  Kuala Lumpur  -  EMIRATI ARABI  Dubai
Abbiamo tutto il tempo a disposizione prima di lasciare l’albergo alla volta dell’aeroporto: il nostro prossimo volo per Dubai è previsto per le 19:30.
Mattinata pigra trascorsa in piscina; Alice sta perfezionando le sue capacità natatorie e ne è molto orgogliosa… Alex sta recuperando le forze, ma è ancora uno straccio e rimane in camera fino all’ultimo minuto.
Facciamo il check-out dopo le 13:00, prenotiamo la navetta per l’aeroporto e poi andiamo a pranzare nel solito posto.
A bordo di un pulmino guidato da un tipo un po’ burbero, salutiamo questa bella città.
In aeroporto ci arriviamo con notevole anticipo; abbiamo tutto il tempo per spendere gli ultimi spiccioli, fare il check-in, girare per il terminal e cenare.
Il volo è notturno e dura 7 ore, senza scali. Alle 22:30 arriviamo al nuovissimo Terminal 3 di Dubai, super lussuoso e kitsch come solo gli arabi sanno fare. Il nostro è solo uno stop-over e, avendo il volo successivo la mattina dopo, la compagnia aerea EMIRATES offre hotel + pasti ( se si ha la furbizia di richiederlo dopo aver fatto la prenotazione ! ). La nostra idea iniziale era quella di approfittare per vedere quelle due –tre cose che rendono questa città molto conosciuta, come la “vela” del Burj Al Arab, il famoso hotel a 7 stelle. La stanchezza del viaggio e la temperatura esterna da forno, ci fanno ben presto desistere dall’intraprendere un tour sulla Juimerah Road, oltretutto domani abbiamo la sveglia alle 6:00 !
Ci viene assegnato il Copthorne Hotel; vicino all’aeroporto e stranamente senza pretese, giusto per viaggiatori che vogliono mangiare qualcosa e soprattutto riposare prima di un altro volo. Come al resto della mandria di turisti sbarcati qui assieme a noi, gli addetti alla reception sembrano degli automi e assegnano stanze e vouchers per i pasti; mi chiedo se lo stesso trattamento lo riserverebbero anche agli ospiti del Four Seasons o del Hilton, ma credo di no !
Ceniamo nella sala ristorante, giusto qualcosina prima di andare a dormire, oramai è quasi mezzanotte.

 

29 Agosto 2008

EMIRATI ARABI  Dubai  -  GERMANIA  Monaco  -  Trento


Sveglia all’alba, colazione nell’affollatissima sala ( la stessa di ieri ) con ottima scelta di  buffet. Stipati sulla navetta che ci conduce in aeroporto vediamo i turisti russi, distintisi ieri sera per il loro aplomb e buone maniere !!
Decolliamo alle 8:30 e dopo quasi 6 ore di volo arriviamo a destinazione. Sono le 14:00 quando saliamo sulla nostra auto e facciamo ufficialmente ritorno a casa.
Un’altra bellissima avventura è finita e da domani si ritorna alla quotidianità; non ci resta che ricordare i bei momenti passati nell’incantevole e vario passaggio in Asia.

logo-istanti-esteso

Foto e racconti di viaggio

Chi siamo

Alessandro (classe 1967) Appassionato di viaggi, fotografia e meteorologia.

Alice (classe 2003) Piccola esploratrice (munita di passaporto già dalla tenera età) e fotografa in erba.

Elisabetta (classe 1969) Amante dei viaggi, dell'organizzazione e della pianificazione degli stessi. Fotografa per caso con predilezione per il black&white.

CONTATTI

Scrivici o seguici su Facebook, invia le tue opinioni o curiosità!

  • E-mail
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Follow us

SEGUI I NUOVI SCATTI!



Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.